Blog Post

Nostre novità
24 febbraio 2015

Cinquanta sfumature di grigio

||
0 Comment
|

Recensione obiettiva della “sola” dell’anno……

Riflessioni su Cristiano Grigio e AnEstesia acciaio.

A parte che se lui fosse stato il cocomeraro in Statale11……. col ca**o che lei si faceva frustare sul retro del Piaggio, invece che su un pianoforte da 50 mila €, quasi quasi si potrebbe definirla una fiaba moderna, carica di clichés: i segni di un’infanzia difficile, vive una vita patinata senza sentimenti finché non arriva la sciacquetta con l’ego di una ameba
atrofica che incredibilmente gli resiste e inizia a sciogliergli la corazza.
Punto. La trama è già finita, condita con qualche schermaglia quasi romantica (se non fosse per ‘sto contratto che neanche il venditore della folletto insiste tanto) e i dialoghi profondi come le pozzanghere di peppa pig.
Poi arriva quello per cui tutte andiamo a vederlo, la pannocchia di Cristiano (che non si vede) e quel gran culo di Anestesia (che insieme alle tette ha il 40% delle inquadrature).
E finché è il sesso per sbarazzarsi della verginità dell’ameba non ha niente di trasgressivo e con la posizione del missionario fa pure sbadigliare, poi entrano nella stanza della x-box e inizia il bondiolage di Anestesia che durante l’orgasmo è espressiva come una bambola gonfiabile.
A me sto BDSM, LKW, TDK o come si scrive non dice niente, anzi ripeto, se uno mi schiaffeggia il culo facile che si prenda anche un pugno sui denti, MA: se si presentasse con le chiavi di un Audi, mi portasse a cena con l’elicottero e fosse multimilardario, beh… MA ANCA EL…BIIIIIPP [PARENTAL ADVISOR]
Invece l’ameba, (beati vent’anni) ritrova il suo amor proprio (sfrantumato dalla madre rintronata) e lo molla, restituendogli pure l’auto…
Mah.
Adesso devo leggere per forza per sapere, ma mi resta il dubbio: spender soldi per dei libri che non li valgono o chiedermi in prestito sperando che le pagine siano impermeabili?

Rossea 😉

|